Supercoppa Italiana a Doha, rappresentazione o sport?

galliani dohaLa gara di Supercoppa tra Juventus e Milan mi è sembrata una recita, fotocopia della gara di due anni fa tra Juventus e Napoli. Stesso stadio, stessa telecronaca, stesso abbigliamento del pubblico e soprattutto stesso epilogo.
In questa visione di esportare il calcio italiano in paesi (mercati) che con il calcio vero per adesso c’entrano poco mi sembra esserci l’idea che novanta minuti siano pochi per farsi apprezzare e che occorra allungare l’evento più che si può, in altre parole bisogna offrire il pacchetto completo, supplementari e rigori. Detto questo, il Milan ha vinto meritatamente, perchè i rigori saranno anche una lotteria ma la palla in rete ci va messa comunque.

Ma io, tifoso ed appasionato di calcio dalla nascita che si ricorda formazioni di squadre fin dalla fine degli anni settanta, a queste messe in scena preferisco perfino l’agostano Trofeo Berlusconi. Altra atmosfera, altro rumore, altri scenari, altro pathos. Siamo sicuri che questi nuovi potenziali appassionati asiatici preferiscano invece queste soporifere e lente rappresentazioni?

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn