Nella farsa Inter il vero sconfitto è Javier Zanetti

javier zanettiNella situazione paradossale dell’Inter attuale, che sconfina nella farsa, il vero perdente mi sembra Javier Zanetti. Lo splendido calciatore, l’immenso capitano dell’era Moratti, l’unico che dentro l’impazzito shaker nerazzurro avrebbe i titoli, l’onore e sopratutto l’onere di tenere alta la dignità della storica e gloriosa società nerazzurra se ne sta zitto e sembra accettare e spalleggiare tutte le scellerate scelte dell’Inter. E’ stato tra i primi a sdoganare e a credere in Thohir è stato in prima linea all’arrivo dei cinesi di Suning e in questa incredibile situazione che è il casting ad uso e consumo di telecamere per la scelta del nuovo allenatore non si è sentita una sola parola da parte sua.

Visto che, dopo 20 anni da protagonista nell’aurea epoca morattiana, non dovrebbe avere nessun tipo di problema economico, le conclusioni sono due: O è incompetente o, cosa ben più grave, è interessato solo alla propria posizione.

E in entrambi i casi, sotto il profilo umano, rappresenta una delusione. Alcune settimane fa un’altra bandiera del calcio italiano, Paolo Maldini, di fronte ad un’offerta da parte del Milan che era chiaramente solo di facciata ha dignitosamente detto di no. Mi piacerebbe che anche Javier Zanetti, di fronte a questo sfacelo facesse altrettanto.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn