Roma fuori. Stavolta di chi è la colpa?

roma - porto 0 3Negli ultimi sette preliminari di Champions League è capitato solo una volta che una squadra italiana sia riuscita a superare l’ostacolo e, non a caso, quella squadra è stata il Milan (contro il PSV nel 2013). Lazio, Napoli, Roma, Sampdoria e Udinese hanno fallito, alcune come Roma e Napoli clamorosamente. Sconfitte arrivate contro squadre tedesche, portoghesi, spagnole e olandesi e tranne l’Arsenal (contro l’Udinese nel 2011) club considerati di medio livello e alla portata, Athletic Bilbao, Sporting Braga, Werder Brema, Bayer Leverkusen e nel caso della Roma di quest’anno il Porto. Da noi, dopo le sconfitte, è norma invocare poteri forti e arbitraggi, ma alla luce di questi risultati consiglierei ai dirigenti, allenatori, calciatori e soprattutto tifosi di interrogarsi veramente sul perchè dei loro insuccessi, perchè non ci capisce come mai questo Fantasmatico Sistema sia sempre contro le stesse squadre e abbia deciso di far perdere sempre e solo le stesse squadre.

Chi è il burattinaio mondiale? A vantaggio di chi?
Invece di incolpare qualcuno o qualcosa dovrebbero cominciare a studiare e copiare metodi e sistemi di lavoro che funzionano e smetterla di piangersi addosso.
Quando si è chiamati ad un esame dobbiamo essere pronti e preparati. Il resto sono chiacchiere…

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn