Il volo della Zanzara tra illuminati e bigotti

Uno dei sentimenti più diffusi sui media italiani è che non siano liberi, che siano ostaggi degli interessi degli editori e dei loro referenti politici.

Poi ascoltando la Zanzara su Radio 24, la radio di Confindustria, sento tanti ascoltatori che chiamano in diretta lamentandosi perché la trasmissione è sboccata, scorretta ecc. ecc. chiedendo al gran capo di Confindustria la chiusura del programma.

Che poi a me sembrano gli stessi che si riempiono la bocca di parole come libertà di espressione, di pensiero, di parola, che condannano senza se e senza ma qualsiasi forma di controllo o censura, sempre pronti a manifestare per i diritti di tutti…… finché gradiscono. Poi diventano un po’ meno illuminati, anzi diventano bigotti e stronzi da fare schifo.

Il programma radiofonico la Zanzara è uno spazio di aria fresca, libera, che può piacere o meno, ma, lunga vita alla Zanzara…. e a quelle belve di Cruciani e Parenzo.