Berlusconi, coetanei e grandi gesti

L’affidamento ai servizi sociali di un’anziano signore (77 anni) destinato all’assistenza agli anziani (ci sarà qualcuno anche più giovane di lui) è kafkiana.

Poi si scopre che il signore in questione è Berlusconi il paese è l’Italia e tutto diventa comprensibile.
Un anno di condanna da scontarsi per 4 ore a settimana dopo aver frodato il fisco di qualche milione di euro mi sembra una pena abbastanza equa , se paragonata poi alle pene previste per guida in stato di ebbrezza mi sembra anche un po’ troppo punitiva, da accanimento giudiziario.

Il cavaliere poi si è dimostrato finalmente per quello che è, un omuncolo, che invece di fare il grande gesto, tipo quello del Presidente del Bayern Uli Hoeness (62 anni) che, condannato per lo stesso tipo di reato a 3 anni e 6 mesi, non ha chiesto nessun trattamento di favore accettando la condanna e le conseguenze  ha preferito fare il giro degli amici, bussare a tutti gli uffici giusti, a cominciare dal Presidente della Repubblica ed elemosinare un trattamento personalizzato.

Certo è che da uno che il turismo sessuale lo faceva a casa sua non potevo aspettarmi qualcos’altro, il cavaliere, o meglio, ex cavaliere, è solo un maschio.

Gli uomini sono un’altra cosa.