Il serial killer era “solo” un rapinatore

La vicenda del carcere che non conosce il proprio ospite è INCREDIBILE. Come è possibile che il passato di un criminale conclamato e molto pericoloso con in curriculum anche 3, dico 3, OMICIDI possa essere sconosciuto al magistrato di vigilanza e alla direzione del carcere di Marassi.
Come può un tipo che “vanta” 5 evasioni godere di “permessi premio”, come può un delinquente con all’attivo qualunque tipo di reato, omicidi, violenze varie, minacce, rapine ecc. ecc. aver goduto di uno sconto di pena grazie all’ultimo indulto.

Quale garanzia possiamo avere che nel prossimo svuota-carceri (tremila scarcerazioni previste) non vengano liberati altri signori di questo rango? Io faccio fatica a pensare che questo possa essere solo un caso isolato.

Non passa giorno senza che non venga fuori qualche esempio di cialtroneria-inadeguatezza-prassapochismo-faciloneria-malafede-furberia-arroganza-insensibilità e soprattutto IMPUNITA nella classe che dirige e amministra questa nazione.

Il Direttore del Carcere e il Magistrato che ha concesso il permesso sentiranno l’esigenza di scusarsi prima e di dimettersi dopo?