I soldi e l’idee. Jumpy, Ciaoweb e Kataweb la risposta italiana ai giganti americani

Presentati come competitor di Yahoo e Google, Jumpy – Ciaoweb – Kataweb dovevano essere i giganti del web italico, la presenza massiccia e funzionale dei grandi gruppi industriali italiani che, nel momento del massimo splendore e valore della bolla new economy, si sentirono in dovere di confrontarsi con il resto del mondo in un territorio però a loro completamente sconosciuto.

Lo fecero in grandissimo e antichissimo stile, cioè mettendoci tanti soldi, Mediaset, Fiat e il Gruppo Espresso investirono folli cifre in portali che, nel migliore dei casi sono durati quanto un gatto in tangenziale. La Fiat ad esempio per il disastroso Ciaoweb spese 200 miliardi di lire (100 milioni di euro)…

Se pensiamo che l’investimento iniziale per realizzare Facebook fu 18.000 dollari (circa 15.000 euro)….ah le idee…