Andrea Masiello e il tradimento di se stessi

L’arresto del calciatore Andrea Masiello e l’ammissione di quest’ultimo sull’autogol volontario nella gara contro il Lecce del campionato 2010/2011 è una coltellata al cuore di tutti gli appassionati del calcio.
L’autogol volontario è infatti la cosa peggiore che un calciatore può fare, l’umiliazione più grande per quelli che amano la maglia, i colori, ma soprattutto rappresenta il tradimento massimo nei confronti di se stessi, di quel bambino che inizia a tirare calci ad un pallone sognandio di diventare un calciatore famoso.

Andrea Masiello ha tradito tutti ma soprattutto se stesso, quel bambino la palla contro un muro.

Adesso mai più tocchi un pallone… e se lo fa che gli scoppi tra i piedi….