Animali e persone. Governare?

Riflettendo sulla parola governo (complici gli ultimi titoli dei giornali, Berlusconi/Mussolini e l’ingovernabilità degli italiani – la manovra del Governo), mi torna in mente un passaggio scritto da Vasco Rossi nella sua versione, che dalle sue (anche mie) parti l’aggettivo governare è riferito alla gestione degli animali (polli-oche-vitelli-maiali ecc. ecc.), cioè alla loro cura, alla loro pulizia, alla loro alimentazione, in altre parole al loro benessere, finalizzato alla vendita e ad imbandire la tavola familiare, in altre parole quello che fanno da sempre i Governi (compreso l’attuale). Ci blandiscono, ci lanciano delle briciole, ci fanno credere che hanno a cuore il nostro benessere quando in realtà lo scopo è solo quello di mantenersi potere e privilegi. Pretenderebbero anche che li ringrazziassimo sulla strada che conduce al mattatoio.
Che pensassero ad amministrare che al mio-governo provvedo da solo.