Evasione fiscale. Delatori / spioni.

La vicenda della pubblicazione dei redditi a me sembra paradossale. In una società dove bisogna dare il consenso al trattamento dei propri dati per aprire un conto corrente, per iscriversi in palestra, per far giocare i propri figli al calcio e per fare in generale tutto quello in cui è necessario fornire le proprie generalità gli scienziati del Governo, gli esperti, i tecnici, i pensatori che dovrebbero organizzare e semplificare la vita civile di noi italiani vorrebbero utilizzare allegramente i nostri dati per far fare a noi il loro lavoro, trasformandoci in un popolo di delatori. Questo saremmo o dovremmo diventare una volta che i redditi di tutti noi saranno pubblicati perché altrimenti non capisco a cosa dovrebbe servire questa grandiosa idea? Il Fisco già possiede tutti i nostri dati, cosa si aspetta che succeda una volta che si sappia quanto ha dichiarato il nostro vicino.
Non sono e non voglio diventare un delatore, già la parola stessa mi fa venire i brividi come non sono e non voglio, come ho scritto in un post precedente, diventare un esattore dello Stato. Sono già troppo impegnato a vivere la mia di vita, sapere quanto guadagnano i vicini, scoprire che qualcuno di loro forse paga meno tasse di quanto dovrebbe a cosa dovrebbe servirmi?  Ad avvelenarci, ad inbruttirci ancora di più?