Pausa Caffè #145

Vanesi guidati soltanto dalla ricerca del loro personale trionfo, carrieristi interessati soltanto ai vantaggi privati d’un seggio in Parlamento, bottegai preoccupati soltanto di riempirsi le tasche con le mance, decrepiti avanzi sigillati nel sarcofago delle loro estinte virtù, nel caso migliore santoni scontrosi e arroccati sulla cupa torre del Dogma. E, dall’altra parte, gli avventurieri della disubbidienza facile, i cultori del fanatismo sanguinoso, i cialtroni per cui la parola rivoluzione È un chewingum da tenere in bocca, un pretesto per combatter la noia, un sostituto della Legione Straniera.
Oriana Fallaci – Un Uomo 1979
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn