Non si può giocare a calcio con veli, niqab, hijab e quant’altro

Ennesimo caso di invasione di campo. La Fifa squalifica la nazionale di calcio femminile iraniana perchè non è possibile giocare con l’hijab, nel rispetto della norma, valevole per tutti i calciatori/rici del mondo che impone agli atleti di giocare a capo scoperto e di non indossare nessun indumento o simbolo che rimanda a slogan politici o a precetti religiosi.

Ma come può una religione essere così invadente? La fede dovrebbe essere una cosa intima che non ha bisogno di nessuna ostentazione… ma tantè…
Vedi anche:
Multa per guida con niqab
Calciatrice iraniana perde copricapo
Souad Sbai e la lotta contro i veli di ogni genere