Juve, Antonio Conte è il più Special One.1

La Juventus 2010-2011 è già in vacanza, alle roboanti dichiarazioni di qualche settimana fa’, quando la speranza Champions era ancora viva, quelle del tipo: Le vinciamo tutte; non sono seguiti i fatti, la Champions è svanita e, a una giornata dalla fine, anche l’Europa League è una chimera. Oggi a Parma è scesa in campo una squadra di fantasmi e l’ex col dente avvelenato di turno, (fateci caso, negli ultimi anni dalla Juve se ne vanno tutti in malo modo), Sebastian Giovinco, si è preso la sua brava rivincita segnando il gol vittoria per la sua squadra.
Archiviata oramai la stagione del rilancio mancato, la dirigenza si sta muovendo per allestire l’ennesima squadra che riporterà la Juve al posto che le spetta. Cominceranno dall’allenatore, confermare Del Neri mi sembra un po’ improponibile, e alcuni rumors sembrano indirizzare la scelta sul portoghese Villas Boas, allenatore del Porto. Sembra che, non potendo avere l’originale, (Mourinho) ci si accontenti del clone, che, con tutto il rispetto, sarà anche molto bravo, forse anche più bravo del maestro ma ancora ha tutto da dimostrare. Ora, se il modello è lo Special One perché non ingaggiare quello che ha più punti di affinità con il portoghese: altissima autostima (ai limiti della presunzione); ambizione smisurata; accentratore; totale assenza di piaggeria; spiccata personalità; doti di condottiero senza paura.
Il più indicato è Antonio Conte, ha tutte le caratteristiche indicate, in più è italiano e grande ex capitano bianconero. E’ perfetto!