Bin Laden e il funebre-show

Ad ogni morte celebre si scatena la macchina del funebre-show. Alle fonti ufficiali si affiancano le voci più disparate, medici personali che rivelano presunti segreti, testimoni che vedono cose totalmente diverse, familiari che raccontano altre cose, scettici di ogni tipo, tesi ed ipotesi che sembrano uscire dai film di James Bond fino ad arrivare a quelli che giurano di aver visto il presunto-morto vivo e vegeto in qualche isola sperduta.
Anche la morte di Bin Laden sta seguendo lo stesso schema e si avvia ad entrare nel club delle morti-non-morti, quello per interderci di Hitler, Marilyn, Elvis, Jacko, Jim ecc. ecc.