Accoglienza dei migranti? In cambio di cosa?

La vicende dei migranti, accompagnati in giro per l’Italia, provoca sentimenti contrastanti, un misto di tristezza e irritazione. Quando si parla di politici invece, la tristezza diventa rabbia e rancore, specialmente in quelli locali (regione-provincia-comune), vedere le loro tronfie facce sorridenti mentre si pavoneggiano davanti alle telecamere parlando di carità e solidarietà fa venire conati di vomito.

Ho capito da molto tempo che la politica è fatta di scambi, accordi, intrecci e compromessi, le buone azioni non sono contemplate, mi chiedo quindi cosa possono aver ricevuto in cambio questi fantastici funzionari di partito locali in cambio dell’umana accoglienza.