Vendola: Per Cuba non c’è più alibi e giustificazione

Alla fine qualcuno dell’intellighenzia c’è arrivato: “La storia comincia a correre. Cambia l’epoca e si rompe il vecchio mappamondo e il Mediterraneo torna al centro della scena del mondo……… I giovani libici chiedono la cacciata del rais Gheddafi che è stato un despota per molti anni a disposizione dell’Occidente per il lavoro sporco………. Ma questo è un cammino che dovrà riguardare anche l’Iran e la Cina. E dico alla gente mia, a chi ha amato come me Ernesto Guevara detto il Che, che questa evoluzione verso la democrazia e la libertà riguarda anche Cuba: non c’è più alibi e giustificazione al mondo.” Nichi Vendola a Radio Anch’io.