Spostare l’orizzonte. Come sopravvivere a quarant’anni di vita rock – Eugenio Finardi

Spostare l’orizzonte, come sopravvivere a quarant’anni di vita rock di Eugenio Finardi non è la solita biografia ma una chiacchierata con un’amico, l’altro autore del libro Antonio G. D’Errico, su passato, presente e futuro. Il cantautore lascia spazio all’Eugenio padre, marito, figlio raccontando storie, ma soprattutto sentimenti e sensazioni anche molto intime e private, dall’infanzia ai giorni nostri. Dai periodi di grande successo a periodi di grande depressione, quelli che Finardi definisce, periodi autistici, dagli esordi negli anni ’70 fino alle odierne esibizioni alla Scala, il percorso artistico, ma soprattutto umano di un uomo interessante alle prese con se stesso.
Da leggere.
Lo scaffale