Di Benedetto, un americano a Roma in classe economica? Boh..

La vicenda dell’acquisto della Roma da parte di una cordata americana a me sembra un po’ strana e l’arrivo di quello che sarebbe a capo di questo gruppo, l’italo americano Tom Di Benedetto, mi fa sentire ancora più puzza di bruciato.
Non vi sembra perlomeno bizzarro che l’uomo a capo di un gruppo di milionari che viene a trattare l’acquisto di una società quotata in borsa viaggi in economica?

In passato ci sono stati fantomatici personaggi, accolti da eroi, interessati all’acquisto di altre società calcistiche che poi improvvisamente, come erano arrivati, sparivano (ad esempio BariBologna).
Boh, staremo a vedere.