La fine del mondo storto – Mauro Corona

La fine del mondo storto racconta cosa succederebbe se improvvisamente venissero a mancare petrolio, carbone ed energia elettrica. Tutto fermo. La vita degli esseri umani sconvolta con la conseguente morte di gran parte degli abitanti del pianeta. I sopravvissuti, quelli che in qualche maniera sapevano adoperare le mani o si ricordavano di insegnamenti antichi sulla caccia, sul fare legna, sull’accendere un fuoco e sul saper coltivare la terra, l’unica, vera risorsa, lentamente si riorganizzano e dopo l’iniziale confusione creano la migliore delle società. Non ci sono i soldi, non servono, tutti vanno d’amore e d’accordo, tutti si aiutano, hanno capito che da soli soccomberebbero e tutto sembra rinascere in maniera migliore, un mondo a misura dell’uomo. Almeno fino a quando un certo benessere comincia a fare capolino, e allora cominciano i guai.

Una lettura che attraversa la speranza ma con la consapevolezza che i difetti degli esseri umani avranno sempre il sopravvento.
Interessante viaggio nel mondo di Mauro Corona.
Vedi Lo Scaffale