In Corea del Nord processo pubblico per la nazionale di calcio.

Ogni tanto negli stadi italiani qualcuno grida “Andate a lavorare” e molto spesso i vari calciatori o allenatori ci rimangono male e si offendono.
In Corea del Nord nessuno ha mai gridato niente, ma ai componenti della nazionale di calcio ritornata dal mondiale sudafricano l’invito a “andate a lavorare” sarebbe sembrato una passeggiata di salute. Invece il caro-leader ha allestito per loro una pubblica umiliazione e i calciatori e staff tecnico sono stati costretti in piedi per 6 ore ad ascoltare le critiche pubbliche di oltre 400 funzionari di partito. L’allenatore poi sembra sia stato mandato davvero in un cantiere edile.