Niente singoli dei Pink Floyd, o tutto l’album o niente. O Emule!

I Pink Floyd hanno fatto causa alla loro casa discografica, la Emi, chiedendo di smetterla di vendere singoli brani del loro repertorio e una corte inglese gli ha dato ragione “protegge l’integrità artistica degli album” la motivazione. Per cui da oggi non sarà più possibile acquistare online singoli brani del gruppo inglese, o dischi interi o niente.
Il timore è che questa sentenza faccia scuola e che anche ad altri artisti possa venire in mente la stessa cosa. Proprio ora che grazie ad iTunes ci stavamo abituando a pagare i download.
Va beh, tanto Emule mica l’abbiamo disinstallato.