Parlamentare positivo alla cocaina. E ora? Andiamo a Sanremo.

Sembra che un parlamentare sia risultato positivo alla cocaina nei recenti test promossi dal sottosegretario alle politiche antidroga Carlo Giovanardi. Al test, assolutamente volontario e chiaramente facoltativo, avevano aderito in 232.
La positività è stata riscontrata nell’esame dei capelli.
Non sappiamo chi sia, la privacy per loro è sacra, lo stesso Giovanardi dichiara: “Non so chi sia. Non ho la più pallida idea, se è senatore o deputato, se è uomo o donna. Il risultato del test è segreto. Non si può arrivare all’identità della persona: i test sono identificati con un codice conosciuto solo dalla persona che si è sottoposta al test e il cui risultato può essere ritirato con una scheda in possesso dall’interessato. Impossibile conoscere il parlamentare positivo.”

Ma visto che agli onorevoli piace riempirsi la bocca con la “par condicio”, visto che recentemente è stato escluso da un festival musicale (Sanremo) un cantante perchè ha ammesso l’uso di sostanze stupefacenti (Morgan) sarebbe il caso invece che facessero sapere chi è che si permette di accomodarsi in un seggio parlamentare e decidere per tutti noi sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, che facessero sapere chi è così sfrontato da violare la sacralità del Parlamento, che facessero sapere chi è così arrogante da non rispettare la propria funzione, che ci facessero sapere chi è per poi poterlo buttare fuori dalla vita pubblica di questo paese. Che facessero la cosa giusta… per favore.

Ma forse sto chiedendo troppo, visto che per diventare più simpatico, per avvicinarsi alla gente, per conquistare qualche voto il leader della opposizione ha pensato di andare a Sanremo…

Delirio…