Il Cile colpito dal 5° terremoto più forte degli ultimi 100 anni

Ancora immagini di morte e distruzione. Forse è colpa di Twitter, di internet ma da un po’ di tempo sembra che le catastrofi siano in aumento. Questa volta è toccato alla popolazione del Cile, colpita da un terremoto di magnitudo 8,8 della scala Ricther, classificato come il 5° sisma più forte degli ultimi 100 anni. In questa dannata classifica il Cile occupava già la prima posizione con il sisma del 1960 di 9,5 Richter che causò 5.700 morti più quelli del conseguente tsunami, 61 alle Hawaii, 130 in Giappone.
Le vittime per adesso sono 150 ma purtroppo la cifra sembra destinata ad aumentare.

Ma, dopo l’Aquila, Haiti, Madeira ed adesso il Cile, (solo per ricordare gli ultimi eventi) come è possibile che ci siano esseri umani che per sete di potere (?), di denaro (?) abbiano voglia di provocare morti e distruzione come una catasfrofe di questo tipo; come è possibile che ci siano esseri umani che non abbiano capito quanto è fragile e breve la vita e sprecarla ad agognare potere e denaro è folle; come è possibile non capire che siamo ospiti di questo pianeta e per quanto possiamo affannarci non siamo quasi niente di fronte a eventi di questo tipo;

forse è il caso di fermarci, guardarci negli occhi e sviluppare un idea diversa della vita.