Lo stadio “San Nicola” di Bari ha un buco nella copertura e cade a pezzi

Incredibile, lo stadio San Nicola di Bari, progettato da Renzo Piano e costruito per i mondiali del 1990, ha perso una parte di copertura.
La cosa ha dell’incredibile visto la giovane età dell’impianto e l’importanza di esso per la città, che ha la squadra di calcio che milita in Serie A.
Ovviamente in Italia dei problemi ci si occupa all’ultimo momento, spesso quando ormai è troppo tardi e quindi, come per il “San Nicola”, i costi per le riparazioni sono elevatissimi (circa 5 milioni di euro). Non sarebbe stato più opportuno ed economico fare una manutenzione continua, invece di lasciarlo marcire, per poi intervenire solo quando strettamente necessario?

Sannicandro, assessore allo sport di Bari:
“I tempi non saranno brevi, anche perché non influiscono sull’agibilità. Al massimo i tifosi dovranno portarsi l’ombrello per ripararsi dalla pioggia”

Bravo assessore…… veramente un bel discorso!
Domanda: se il buco della copertura invece che in curva fosse stato nella tribuna (dove i signorotti e i politici vedono la partita senza biglietto) i tempi di manutenzione sarebbero stati così lunghi?

Clicca per vedere i Nuovi stadi in Italia