Juventus Milan 4 – 2

E’ stata una bella gara, giocata sotto la pioggia con un terreno molto insidioso. Ha vinto la squadra fisicamente più forte. Nonostante assenze importanti le due squadre hanno provato a fare la partita, il Milan con gioco palla a terra e tocchi di prima, la Juventus con verticalizzazioni su Amauri, pressing e ritmo alto.
Ci è voluto un rigore per sbloccare il risultato con Del Piero, reazione del Milan con giusto pareggio di Pato; allo scadere del primo tempo il solito problema del Milan sulle palle inattive e gol di Chiellini.
Nel secondo tempo la fisicità della Juve ha fatto la differenza.
Amauri porta il risultato sul 3 a 1 e la gara sembra chiusa, ma il 3 a 2 di Ambrosini e l’orgoglio del Milan la rendono viva, almeno fino alla espulsione per doppia ammonizione del fischiatissimo ex Zambrotta. Poi è monologo Juve fino al termine con il 4° gol che porta ancora la firma di Amauri.
Per adesso solo la Juve resta in scia all’Inter, siamo solo a metà stagione, speriamo che la lotta per lo scudetto rimanga interessante per un altro po’ di tempo.