Martedì di Champions League

Zenit Juventus 0 – 0
Nel gelo di San Pietroburgo viene fuori una bella gara, lo Zenit scende in campo per cercare di proseguire nella manifestazione e prova a fare la partita, ma la splendida squadra vista ad inizio stagione sembra si sia un po’ smarrita. La Juventus nonostante la qualificazione è viva, ed è la migliore risposta dopo la sconfitta patita con l’Inter, risponde colpo su colpo, ripartendo con giocate veloci sull’asse Del Piero Iaquinta Nedved, colpendo due pali e sbagliando anche facili occasioni da gol.
Fiorentina Lione 1 – 2
Peccato per la Fiorentina, esce dalla Champions League a testa alta. Fiorentina-Lione è stata una gara entusiasmante, dopo il tremendo uno due nel primo tempo del Lione la Fiorentina continua a giocare, e, a creare occasioni da gol. Gilardino accorcia alla fine del primo tempo all’ennesima occasione della sua squadra. Nel secondo tempo cala un po’ il ritmo ma non le occasioni da gol e i legni colpiti dalle due squadre. Benzemà, assist e gol, imprendibile nel primo tempo, migliore in campo.
Il progetto Fiorentina è, e rimane, interessante, ma l’inesperienza dei propri giovani è stata fondamentale nella eliminazione dalla Champions.
Ma questo sarà sicuramente un arrivederci, e l’esperienza di questa stagione risulterà molto preziosa.